Finanziamento con Cambiali per Cattivi Pagatori

Il finanziamento con cambiali può essere richiesto dai cattivi pagatori, gente che solitamente ha seri problemi quando presenta una richiesta di finanziamento. Possiamo affermare che questi problemi non esistono se il cliente della banca fa richiesta di una cessione del quinto. Ma se questa non si può richiedere perché magari non si è né lavoratori dipendenti né pensionati allora bisogna ricorrere a dei tipi di credito alternativi. Tra questi vi è appunto il prestito con cambiali conosciuto meglio come prestito cambializzato.

Questa linea di credito è accessibile anche dai cattivi pagatori e questo è grazie al fatto che a garanzia del pagamento di ciascuna cambiale verrà utilizzato un immobile.

E’ quindi un requisito fondamentale il fatto che il richiedente debba essere il proprietario di un immobile. Questo non significa che si debba obbligatoriamente essere proprietari di una casa. Anche la proprietà di un terreno sarà sufficiente per poter accedere al prestito.

E’ ovvio però che la somma massima che l’istituto di credito potrà prestare sarà proporzionale al valore dell’immobile che il richiedente dimostrerà di essere proprietario. Un perito della banca valuterà l’immobile e verrà poi deciso in sede contrattuale qual è la somma di denaro massima che si potrà concedere utilizzandolo come garanzia.

E’ possibile utilizzare più immobili come garanzia per ottenere delle somme di denaro maggiori. E’ possibile anche far partecipare al prestito un garante che possa sommare le proprie garanzie a quelle della persona interessata al denaro.

Tutto ciò che è possibile leggere nei precedenti paragrafi è stato indicato per i cattivi pagatori. In realtà il prestito con cambiali può essere richiesto allo stesso modo anche dai protestati. Possiamo quindi affermare che si tratta di un finanziamento accessibile da tutti coloro che hanno avuto dei disguidi di tipo finanziario come, ad esempio, non aver terminato di saldare un debito lasciato quindi insoluto o rimborsato con grande ritardo.
Fonte: http://www.quiprestiticambializzati.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *